Consulenza gestionale e legale

ricerca
ricerca

rifiuti
acqua
rumore
aria
suolo
adr
tecniche di controllo e sanzioni
certificazione ambientale

ARIA / GIURISPRUDENZA

Alla luce dell'orientamento di questa Corte, condiviso dal Collegio, secondo cui nei casi in cui le emissioni non siano prodotte nell'ambito di attivitÓ industriali o comunque autorizzate, non pu˛ configurarsi l'operativitÓ di criteri positivitizzati, normativi o amministrativi, ai quali l'attivitÓ di emissione atmosferica sia chiamata ad uniformarsi. In questa prospettiva, nella specie pu˛ certamente mutuarsi l'indirizzo interpretativo che, per l'integrazione della contravvenzione prevista dall'art. 674 c.p. nel caso di "molestie olfattive" prodotte al di fuori di attivitÓ produttive le cui emissioni siano assoggettate a limiti normativi, rinvia al parametro della "stretta tollerabilitÓ", sul presupposto che il criterio della "normale tollerabilitÓ" previsto dall'art. 844 c.c. e richiesto da talune pronunce.